Gruppo di Azione Locale Ogliastra

GAL OGLIASTRA - Gruppo di Azione Locale Ogliastra



Comuni Leader
triei.jpg GAL Ogliastra - Comuni Leader seui.jpg perdasdefogu.jpg ulassai.jpg villagrande-strisaili.jpg gairo.jpg urzulei.jpg talana.jpg osini.jpg ilbono.jpg tertenia.jpg elini.jpg jerzu.jpg ussassai.jpg

Unione dei Comuni della Valle del Pardu e dei Tacchi

Sede: Vico III Dante, 7, 08040 OSINI Telefono 0782 215145
email: 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..it

L’Unione dei Comuni della Valle del Pardu e dei Tacchi è nata con l’intento di favorire l’ottimizzazione della gestione degli stessi enti locali, puntando su forme consorziate per l’erogazione di diversi servizi; è composta da sette paesi della provincia ogliastrina: Osini, sede del neonato organismo, Ulassai, Jerzu, Gairo, Perdasdefogu, Tertenia e Cardedu. Gli ultimi due centri sorgono nella costa del sud Ogliastra, mentre gli altri si trovano all’interno del complesso montuoso dei Tacchi d’Ogliastra. 
L’Unione dei Comuni prende il nome dall’omonima vallata su cui insistono gran parte dei centri inclusi e dalle Montagne calacareo-dolomitiche denominate appunto tacchi d’Ogliastra per la loro forma simile al tacco di una scarpa; tra i tacchi il più noto è sicuramente Perda Liana, nel territorio di Gairo, ma altrettanto belli e affascinanti sono i tacchi di Monte Tisiddu, il Tacco Arba, il Monte Lumburau, il Monte Arquerì, il Taccu Anguil'e Ferru e Punta Corongiu. Nell’area si trovano dei siti di notevole bellezza come la Scala di San Giorgio ad Osini, le grotte di Su Marmuri ad Ulassai e le Grotte di Gairo Taquisara.  La morfologia dell’area dei Tacchi ha determinato la conservazione di habitat unici in Sardegna, con una varietà di specie animali e vegetali di particolare pregio naturalistico e la presenza di importanti specie endemiche sia animali che vegetali. A caratterizzare ulteriormente il territorio dei Tacchi contribuiscono notevolmente gli estesi vigneti dove si coltiva il vitigno cannonau dal quale si produce l’omonimo vino, che ha reso noti a livello nazionale regionale e nazionale soprattutto  i territori di Jerzu, Tertenia e Cardedu. L’area è particolarmente ricca di insediamenti nuragici, tra i quali meritano di essere menzionati quello di Serbissi, Sanu, Urceni, Mela, Is Cocorronis, Pranu e Su Samuccu.

Condividi